MOLINARD - Habanita Gold




16 aprile 2019



"Habanita, il diamante nero di Molinard. Ieri suprema audacia, oggi profumo mitico. Pietra miliare della profumeria mondiale... semplicemente senza tempo, perfettamente misteriosa".


Nacque nel lontano 1921 Habanita di Molinard, una fragranza talmente insolita e straordinaria per l'epoca, da varcare i confini della Francia e approdare, oltreoceano, negli Stati Uniti. E come spesso accade nel mondo della profumeria, si narra ebbe origine da un fortuito errore di laboratorio: il Vetiver, per sbaglio, fece il suo ingresso in una composizione femminile, risultando innovativo, strabiliante e inaspettato. Accostando il Vetiver a un profumo da donna - una materia prima fino ad allora riservata unicamente agli uomini - Habanita sovvertì la distinzione di genere nel mondo del profumo, dando origine a una famiglia olfattiva ancora sconosciuta: quella orientale.

Ne derivò una creazione ammaliante e seducente che, in un primo momento, divenne celebre come essenza per sigarette, utilizzata in particolar modo dalle giovani donne, anticonformiste, del periodo. Il tabacco biondo, profumato con la fragranza, veniva arrotolato nella cartina, rilasciando un profumo misterioso, promessa velata di sensualità proibita. Ma seppure sia nata come simbolo trasgressivo di un’epoca, Habanita si rivelò ben presto una fragranza senza tempo, utilizzata non solo sul tabacco, ma anche su pelle, indifferentemente da donne e uomini, grazie al suo fascino magnetico e intrigante.




Definita dalla prima pubblicità a lei dedicata "Il profumo più tenace al mondo", questa essenza rivoluzionaria evoca, ancora oggi, la magia degli Anni Venti, intrisa di fascino e penetranti atmosfere olfattive, e si dice racchiuda al suo interno 680 materie prime differenti, in grado di ammaliare chiunque le odori. Quelle rese note nella piramide olfattiva, ad oggi, sono Geranio, Lentisco e Petit Grain, in testa, Ylang-Ylang, Vetiver, Noce Moscata di Java, Eliotropo, Gelsomino, Mimosa di Grasse, Rosa Centifoglia, Cedro della Virginia, nel cuore, e Ambra, Muschio, Vaniglia del Madagascar, Patchouli cinese di Penang, Muschio di Quercia e Sandalo indiano di Mysore, sul fondo, che compongono un affascinante vortice orientale, dalle eleganti sfaccettature poudré.

La novità del 2019? Il profumo più tenace al mondo si veste di nero e oro in occasione dell’anniversario dei 170 anni della Maison Molinard (l'articolo dedicato lo trovate qui), sublimandone il mistero racchiuso al suo interno. Nasce, così, Habanita Gold, un’edizione esclusiva (rivisitazione dello scrigno originario con il celebre fregio Lalique) che rivela l’anima raffinata, rigorosamente unisex, della fragranza. Un flacone nero, decorato con eleganti volte dorate, che richiama liberamente il fascino d’Oriente, proteggendo dalla luce le note più sensibili e facilmente deteriorabili quali, ad esempio, Gelsomino e Vaniglia.

My Experience:

Trovo che Habanita Gold sia estremamente evocativa, pur nella sua veste pulita, lineare ed essenziale. Misteriosa ed elegante, edizione esclusiva da collezionare.

Articolo in collaborazione con Aquacosmetics Srl
 
Powered by Blogger.

Cuir by Molinard

Ricerca Articoli

Copyright © 2019 • beautymarinad
Blogger Templates